Da lunedì 18 luglio, nella Regione istriana, riduzione dell’acqua potabile di 1° grado

A causa delle condizioni idrologiche estremamente sfavorevoli causate da un lungo periodo di siccità, che hanno influito negativamente sulle fonti d’acqua nel sistema di approvvigionamento idrico della Regione istriana, da lunedì 18 luglio sarà introdotta una riduzione dell’acqua potabile di 1° grado in tutta la Regione istriana.

Nella Conclusione firmata dal presidente della Regione Istriana Boris Miletić viene indicato quanto segue:

1. A causa delle condizioni idrologiche estremamente sfavorevoli e dell’abbondanza sfavorevole di fonti idriche nel sistema di approvvigionamento idrico della Regione Istriana, e con l’obiettivo di sostenibilità e stabilità del sistema di approvvigionamento idrico, viene introdotta una misura parziale di RIDUZIONE DELL’ACQUA POTABILE DI PRIMO GRADO

2. Hanno diritto all’uso dell’acqua potabile della rete idrica pubblica tutte le persone giuridiche e fisiche ai sensi del contratto stipulato con gli erogatori del servizio idrico, con provvedimenti di divieto di utilizzo dell’acqua della rete idrica pubblica. Ovvero viene proibito come segue:

  • irrigazione di aree verdi pubbliche e private e campi sportivi,
  • uso delle docce sulle spiagge,
  • lavaggio di autovetture, autocarri e mezzi di trasporto pubblico,
  • lavaggio di aree pubbliche, strade e piazze, escluse le aree dei mercati e della pescheria.

 3. Al fine attuazione della presente Conclusione, si ordina quanto segue:

  1. ai fornitori di servizi idrici della Regione Istriana, l’introduzione di una misura di riduzione parziale di primo grado dell’acqua nell’ambito di cui al punto ll della presente Conclusione per tutti i consumatori nella Regione Istriana,
  2. ai responsabili per la conservazione dell’acqua e ai vigili comunali l’obbligo di vigilanza immediata sui comportamenti illeciti osservati dei consumatori e obbligo di segnalazione all’Ispettorato statale,
  3. all’Ispettorato statale la vigilanza ispettiva per i consumatori che non rispettano le misure di riduzione parziale di primo grado prescritte specificate al punto 2 della presente Conclusione, introdurre l’esclusione parziale o totale dalla rete idrica fintanto che le misure di riduzione prescritte sono in vigore.

4. La presente Conclusione sarà revocata dal presidente della Regione Istriana non appena le condizioni idrologiche nella Regione Istriana si saranno stabilizzate.

5. La presente Conclusione entra in vigore il 18 luglio 2022 alle ore 00:00

Aggiungiamo a questo che la Città di Novigrad-Cittanova, insieme alla CVVF Neapolis di Cittanova e alla società comunale Neapolis, utilizzerà l’acqua di altre fonti disponibili, come pozzi, sorgente Vergal e acqua tecnica da dispositivi di depurazione delle acque reflue, per la manutenzione di superfici e di edifici pubblici.

Invitiamo inoltre tutti i nostri concittadini e ospiti ad utilizzare l’acqua potabile nel modo più razionale possibile, poiché le previsioni meteorologiche relative alle precipitazioni sono estremamente sfavorevoli, il che continuerà ad influenzare negativamente le condizioni idrologiche nella Regione istriana.

Skip to content