Giovedì 18 agosto si è tenuta la 10a sessione del Consiglio cittadino

Giovedì 18 agosto si è tenuta la decima sessione del Consiglio cittadino della Città di Novigrad-Cittanova.

È stata adottata la Conclusione sull’accettazione dell’Accordo sul cofinanziamento della costruzione della Scuola elementare italiana di Novigrad. L’assessore Alen Luk ha affermato che si tratta di un investimento di circa 20 milioni di kune, secondo la stima attuale, per il quale i mezzi saranno assicurati congiuntamente dalla Città di Novigrad-Cittanova (1 milione di HRK), dall’Unione italiana (1,4 milioni di euro) e dalla Regione Istriana in quanto titolare dei diritti di fondazione sulla scuola (il resto dell’importo pari a 8,6 milioni di HRK). Il sindaco Anteo Milos ha sottolineato che si tratta di un’opportunità storica, considerando che dopo 40 anni si andrà a costruire un istituto scolastico a Cittanova. Ha inoltre sottolineato che il progetto porta un duplice beneficio, perché in questo modo – oltre a nuovi spazi per la scuola italiana – si otterranno nuovi spazi per il lavoro e le attività della Scuola elementare Rivarela, dato che si libereranno gli spazi dove finora era situata la Scuola elementare italiana. Ha anche ricordato come la Città abbia contribuito al progetto donando alla Regione Istriana il terreno su cui sorgerà il nuovo edificio scolastico.

Sono state accettate le Modifiche e integrazioni al Bilancio della Città di Novigrad-Cittanova per il 2022, con il relativo programma nel settore comunale. È stato spiegato che si tratta di modifica e integrazione mirata, che include solo una nuova voce di bilancio e il relativo programma nel settore comunale, quattro milioni di kune per l’investimento della sistemazione della stazione degli autobus in nuovi locali commerciali. “Il progetto è pronto per la realizzazione, i costi dei materiali e dei lavori sono in costante aumento, l’interesse dei nostri imprenditori c’è, per questo non volevamo rimandare a ottobre, ma l’intenzione è di portare avanti il ​​progetto il prima possibile”, ha spiegato il sindaco Milos.

È stata adottata la Delibera sull’assegnazione dei premi pubblici della città di Novigrad-Cittanova per l’anno 2022, che determina i cinque vincitori di quest’anno. Il ciborio di Maurizio viene assegnato alla dottoressa Dragica Đurđević dr.med. per l’eccezionale carriera nel campo della salute e dell’assistenza sociale, mentre le targhe della Città di Novigrad-Cittanova vengono assegnate all’artigianato “Transporti Stankić” ​​​​per molti anni di contributo e risultati nel campo dell’economia, all’azienda agricola Damir Mihelić per molti anni di contributi e risultati nel campo dell’economia e della tutela ambientale, alla Società venatoria “Patka” per molti anni di contributo nel campo della natura e della protezione degli animali e alla società commerciale Kopterm d.o.o. per molti anni di contributi e realizzazioni nel campo dell’economia. I premi saranno consegnati nella sessione ufficiale del Consiglio cittadino in occasione della Giornata della Città il 28 agosto.

È stata approvata la Delibera sull’adesione della Città di Novigrad-Cittanova all’associazione internazionale La Rotta dei Fenici. Trattasi di un itinerario culturale del Consiglio d’Europa che dal 2003 (attualmente abbraccia 12 paesi, di cui otto europei e quattro non europei) promuove la cultura mediterranea e il dialogo interculturale nelle regioni e nei paesi del Mediterraneo sul loro patrimonio storico, materiale e immateriale, nonché sul paesaggio e l’ambiente. La Rotta dei Fenici fa riferimento alle grandi rotte di navigazione che, dal XII secolo a.C., erano usate dai Fenici, grandi navigatori e mercanti, per i commerci e la comunicazione in tutto il Mediterraneo. L’obiettivo della Rotta dei Fenici è quello di migliorare il patrimonio culturale, naturale e paesaggistico dei suoi membri attraverso la cooperazione di città, imprese, volontari e altre istituzioni.

Entrare a far parte della rete per la Città di Novigrad-Cittanova significa la possibilità di ottenere tempestivamente informazioni importanti su vari fondi e meccanismi di finanziamento destinati al patrimonio culturale e al turismo, facilitare la ricerca di potenziali partner di progetto, lo scambio di esperienze e la preparazione di proposte progettuali di alta qualità, partecipando in campagne e progetti europei, conoscere esempi di buone pratiche di altre città europee e mediorientali e promuovere progetti attraverso una serie di canali di comunicazione dell’associazione. Di particolare importanza è la possibilità di candidare e realizzare progetti grazie all’adesione a questa organizzazione, in modo da aprire le porte a nuove opportunità di finanziamento di progetti e nuove partnership.

È stata adottata la Decisione sulla nomina dei membri del Consiglio direttivo dell’asilo Tičići di Cittanova, vista la scadenza del mandato dell’attuale Consiglio direttivo. In qualità di fondatrice, la Città ha nominato tre membri del Consiglio: Lorna Lisjak Makin, Marina Čustić e Snježana Kulišić. I restanti due membri sono nominati tra genitori ed educatori.

È stata approvata la proposta del Codice etico per i titolari di cariche politiche nella Città di Novigrad-Cittanova. È stato spiegato che si tratta di un obbligo basato sulla Legge sulla Prevenzione dei conflitti di interessi, e di conseguenza il Codice etico disciplina la prevenzione dei conflitti di interesse tra interesse privato e pubblico nell’esercizio delle funzioni da parte dei membri del Consiglio cittadino e dei membri degli organi di lavoro del Consiglio cittadino, e si applica anche al sindaco e ai vicesindaci appartenenti alla minoranza nazionale italiana, ai direttori di istituzioni e ai membri dei consigli di amministrazione delle istituzioni dalla Città di Novigrad-Cittanova, direttori di società e membri dei consigli di sorveglianza in cui la Città di Novigrad-Cittanova ha quote di partecipazione, quando partecipano ai lavori del Consiglio cittadino.

È stata adottata la proposta di modifica della Delibera sui coefficienti per il calcolo dello stipendio degli impiegati e operatori tecnici negli organi amministrativi della Città di Novigrad-Cittanova. La Legge sulle modifiche e integrazioni alla Legge sui terreni agricoli prevede che le autonomie locali devono vigilare sull’attuazione delle delibere sugli interventi agrotecnici e sui provvedimenti per la sistemazione e la manutenzione dei terreni e che questi compiti devono essere svolti da un impiegato dell’unità di autogoverno locale la cui descrizione del lavoro è di svolgere tali compiti.  Al riguardo, con le Modifiche e integrazioni al Regolamento sull’ordinamento interno degli organi amministrativi della Città di Novigrad-Cittanova, nell’Assessorato al sistema comunale, assetto territoriale e tutela ambientale, è stato costituito un nuovo posto di lavoro di Referente – Vigile agricolo con descrizione delle mansioni in conformità con le nuove disposizioni di legge ai sensi della Legge sui terreni agricoli, oltre ad altri doveri, obblighi e responsabilità che riguardano principalmente la supervisione dell’uso e della trasformazione dei terreni agricoli, ovvero l’adozione di misure per prevenire la crescita eccessiva di erbacce, l’attuazione delle delibere cittadine sull’ordine comunale relative alla sistemazione degli abitati e all’uso del verde pubblico, l’irrogazione di sanzioni obbligatorie e la proposta di avvio di procedimenti per illeciti e altri compiti. In armonia con quanto sopra, si propone di prescrivere per il posto di lavoro di nuova costituzione un coefficiente di complessità del lavoro pari a quello dei posti di lavoro di Referente – vigile comunale e Referente – vigile urbano, ovvero 3.10. I lavori che dovrebbero essere svolti dal referente- vigile agricolo sono attualmente eseguiti dal vigile urbano della Città di Novigrad-Cittanova, quindi per ora non ci saranno nuove assunzioni, è stato riferito.

È stata accolta la proposta della Delibera sull’elezione del vicepresidente del Consiglio cittadino della Città di Novigrad-Cittanova, in base alla quale a secondo vicepresidente del Consiglio è stato eletto Mato Gavrić. Il presidente del Consiglio, Vladimir Torbica, ha precedentemente spiegato che le modifiche allo Statuto della città prevedono due incarichi di vicepresidenza (rispetto al precedente). Alla seduta al Presidente del Consiglio è stata presentata una proposta con le firme di sostegno di tutti i consiglieri presenti, che hanno poi sostenuto all’unanimità la nomina di Gavrić. Ringraziando i suoi colleghi, il Presidente del Consiglio e il Sindaco per il loro sostegno, Gavrić in un discorso di circostanza ha chiesto il proseguimento della buona cooperazione in Consiglio cittadino.

Skip to content